L' ultimo giro della notte

Connelly Michael

Piemme (2018)
19.9 €
 9788856664379

«La scarica di adrenalina adesso era una locomotiva in corsa nelle sue vene. Nel profondo di sé, Renée Ballard sapeva che era per via di momenti come questo che non avrebbe mai mollato, qualsiasi cosa dicessero di lei, in qualsiasi turno la obbligassero a lavorare.» La polizia di Los Angeles non è stata gentile con Renée Ballard: ex reporter di nera, è entrata in polizia stufa di scrivere di crimini, e impaziente di risolverne qualcuno, e in poco tempo è diventata detective alla Omicidi. Ma poi qualcosa è andato storto. E adesso la detective Ballard è relegata al turno di notte, insieme al collega Jenkins, a godersi dagli scomodissimi posti in prima fila quello che in polizia chiamano "l'ultimo spettacolo". Ciò che di peggio la notte losangelina ha da offrire. Qualunque cosa accada, però, alle sette del mattino il turno finisce: l'ultimo giro di ruota della notte non consente mai ai detective dell'"ultimo spettacolo" di vedere un crimine risolto, di seguire un caso fino alla fine. E così anche questa notte. Un travestito picchiato selvaggiamente, trovato sul lungomare in punto di morte; una cameriera aspirante attrice freddata sul pavimento del Dancers, un locale di Hollywood. Ballard e Jenkins sono subito sulle scene del crimine. Ma stavolta Renée, che non è famosa per l'amore delle regole, decide di fregarsene delle procedure: perché dietro i due crimini ha intravisto più che un casuale scoppio di violenza. In una Los Angeles nera come non mai, Michael Connelly ambienta una nuova storia, intrecciando più casi e soprattutto presentandoci un nuovo personaggio - destinato a incontrarsi presto anche con Harry Bosch -, una detective tosta, solitaria e dalla corazza durissima. Una che non ha nessuna intenzione di mollare.
@lucio
06 novembre 2019
CAPOLAVORO. È banale iniziare così una recensione ma questo è: UN CAPOLAVORO. Michael Connelly, autore ampiamente bistrattato qui da noi, dipinge pennellata dopo pennellata un intenso thriller. Di quelli puri. Come una boccata d'aria fresca Connelly descrive personaggi, atmosfere, ambientazioni nel suo modo semplicemente pulito, realistico, giornalistico, cinematografico e ci presenta Renèe Ballard, nuovo ed entusiasmante personaggio. Lo scrittore poi, prendendoci per mano, ci accompagna alla scoperta del mondo di Ballard, interiore ed esteriore, in un triplo giallo a più strati. In una selva di "romanzi" sempre più banali e stereotipati, e banalmente commerciali, questo di Connelly brilla come punto di riferimento per una stagione di thriller, non più anonimi e ripetitivi, ma per il suo mix di innovazione e nello stesso modo di semplice riscoperta del piacere di leggere e scrivere. Grazie all'autore per questa grande piccola perla.