GIULLIO MEOTTI presenta "L' ultimo papa d'Occidente?" Liberilibri

PAROLE D'ESTATE 2020 Presso i Giardini Scuola Pascoli Gli spettacoli si tengono alle 21:30, sono GRATUITI, ma è necessaria la PRENOTAZIONE presso il TEATRO LA FENICE (venerdì e sabato dalle 17 alle 20) oppure su www.vivaticket.it

  21:30
Giardini Scuola Pascoli - Senigallia
Ubik Sapere Senigallia
  Locandina
Giardini Scuola Pascoli - Senigallia

L' ultimo papa d'Occidente?

Meotti Giulio

Liberilibri (2020)
14 €
 9788898094721
Aveva previsto tutto. La cesura del Sessantotto, il collasso della sua Chiesa, il dominio del relativismo, l'addio dell'Europa al cattolicesimo senza lacrime né nostalgia, il fanatismo islamico, il neomarxismo della Chiesa del popolo, gli ecologismi apocalittici, il mondo nuovo delle Nazioni Unite, il paradosso di un Occidente che al massimo della propria potenza materiale raggiunge l'apice dell'insicurezza culturale, l'avvento di un'Europa post-europea. È Joseph Ratzinger. Prima di diventare Benedetto XVI, in mezzo secolo di saggi, conferenze e interviste, Ratzinger ha compiuto un lucido pellegrinaggio nella modernità e nel vecchio mondo segnato dalla mancanza di respiro, dal vuoto, dalla derisione. Da papa, la sua presenza era intollerabile, il suo genio una minaccia, le sue dimissioni sono state un sollievo per tanti. A distanza di quindici anni dall'elezione al soglio pontificio, Benedetto XVI appare come l'"ultimo papa" di cui parlava Friedrich Nietzsche. Almeno d'Occidente. Introduzione di John Waters.