Parola di libraio!

La campagna pubblicitaria che dà voce ai librai.

La campagna pubblicitaria ubik 2021 si chiama Parola di libraio, perché l'obiettivo è raccontare le storie dei nostri - e vostri - librai sul territorio. 

Dal 15 maggio a metà settembre, tutti i sabati troverete su Tuttolibri o Robinson la "pillola" di un libraio ubik. Storie vere, storie di librai e di librerie, che hanno affrontato con forza questi mesi di pandemia, con i libri che sono stati dichiarati beni essenziali e le librerie che sono state tra i pochi negozi sempre aperti.

Ogni libreria ubik è un universo a sé, profondamente legata all'identità dei librai che la conducono e del territorio di cui è presidio culturale. Di settimana in settimana vi sveleremo i volti e le parole dei nostri protagonisti, per un dietro le quinte inedito nei pensieri di chi i libri non solo li vende, ma li ama.

Le loro storie sono la storia di Ubik, il network che fa leggere l'Italia. Eccole a voi:

Ricardo

Carrie e Susan, ubik Ragusa Ibla, in una storia in rima!

“C’era una gatta, nella mia via, che ha scelto per casa la libreria. Ora è con noi, consiglia i lettori, è in confidenza con gli autori... E ci ricorda che una libreria è cosa vera, non è un algoritmo, è cosa sincera!” 

Ricardo

Nunzio, ubik Catanzaro, rider e poeta che corre dalla costa alla Sila!

“I pensieri si perdono attraversando la città in V espa da Nord a Sud, guardando il mondo da un luogo della mente dove si incrociano e si condizionano a vicenda due linee di confine, due frontiere, la Calabria e i libri.”

Ricardo

Samanta, ubik Trieste, con lettori volontari regala una storia al giorno. 

"Pronto chi legge? Con le letture al telefono porto storie e allegria nelle case di chi è solo."

Ricardo

Daniela e Romina, ubik Treviso, le libraie che non si fermano mai.

"Sulle note di Don't stop me now abbiamo consegnato libri, passione ed entusiasmo a domicilio."

Ricardo

Giorgio, ubik Rovereto, ha curato i lettori con i suoi libri scacciapensieri.

"Abbiamo creato i kit di sopravvivenza per lettori senza librerie: per viaggiare stando fermi in poltrona, per ammazzare il tempo, per non perdere il buonumore... Li spedivamo in tutta Italia, con posologia e controindicazioni. Hanno funzionato!"

Ricardo

Giovanna, ubik Vico Equense, reinventa il famoso cesto napoletano riempendolo di libri!

"La lettura è un'opportunità! E con il nostro panaro se non puoi prendi, se puoi dona!"

Ricardo

Luca, ubik Legnano, con la pandemia apre una libreria!

"In piena pandemia, mentre tutti chiudevano, ho aperto le porte di una libreria!"

Ricardo

Susy ed Ale, ubik Mestre, maestri dell'accoglienza!

"La nostra libreria è una storia fatta di libri, incontri e prosecco. Cin cin!"

Ricardo

Stefano, ubik Savona, si è battuto per far chiudere la Centrale a carbone di Vado Ligure.

"Cosa significa per me essere libraio? Fare anche battaglia di impegno civile."

Ricardo

Chiara e Beppe, ubik Como, librai a tutto volume.

"Nella nostra libreria è nata Radio Ubik Como: noi librai ci mettiamo la musica, la faccia... e la voce!"

Ricardo

Alessandra, Giovanni e Tamar, ubik Pesaro, che da quel giorno sono anche social!

"Abbiamo raccolto lo straordinario che attraversava le vite dei nostri amici lettori in un progetto di video interviste, #Quarantenenonacaso."

Ricardo

Diego, Ilaria, Stefano e Valeria, ubik Gorizia, che hanno liberato la fantasia dei lettori.

"Con le nostre Reading Box e la potenza immaginifica dei libri si esce, si evade, si esplora!"

Ricardo

Fabrizio, ubik Senigallia, che grazie ai libri ha combattuto e sconfitto il Covid.

"23 marzo 2020, mi ricoverano in ospedale, giorni d'inferno, un muro nero davanti a me. Apro un libro e inizio a leggere, il muro si apre e torno a respirare!"